VALLARSA - itinerari d'arrampicata

Vallarsa, m.te Coni Zugna, Pala dei Meneg: via spigolo SE

Itinerario sconsigliato per la fragilità della roccia su tutti i tiri, specialmente i primi 2 che rappresentano i tiri chiave. Esiguità di chiodi. Poco interessante la parte alta della via.

SVILUPPO: 200 mt circa

DIFFICOLTA': obbligatoria V+, qualche passaggio di VI (cio' che rende difficile la via è la qualità della roccia)

ROCCIA: scadente

ATTREZZATURA NECESSARIA: NDA + chiodi e martello, qualche friends e dadi

ACCESSO: Da Rovereto salire sulla DX orografica delal Vallarsa fino ad Albaredo; dal Pian delle fugazze scendere fino ad Anghebeni quindi prendere la strada che scende a Rovereto sulla SX idrografica e arrivare ad Albaredo. Prendere l'evidente strada asfaltata in direzione Coni Zugna. Lasciare l'auto alla Malga rifugio Coni Zugna.

Prendere l'evidente sentiero segnalato nr 118 in direzione Matassone. In vista della torre nei pressi di un tornante del sentiero un ometto in sassi indica la deviazione che per tracce vaghe nel bosco porta alla base della torre.

RIENTRO: dalla cima si traversa in direzione Ovest per cresta e ci si abbassa alla forcella poi per ghiaione e bosco si rimonta l'altipiano. Una traccia di sentiero verso Ovest porta ad un gruppo di case nel bosco e da qui in breve alla strada e al rifugio.

 

Ripetuta da A. Lista-F. Martini e D. Manea il 07/10/2012


cordata durante la prima invernale
cordata durante la prima invernale

Vallarsa, Lago degli Speccheri: via Il mostro di Speccherness

Itinerario che si sviluppa con un lungo traverso sopra il lago artificiale. Apritori: Matteo Campolongo, Giorgio Arese, Massimo Stringini. Agosto 2005. La qualità della roccia, piene del lago permettendo, è spesso ottima se non eccezionale. Ns ripetizione novembre 2014.
SVILUPPO : 250 m in traverso.
DIFFICOLTA' : obbligatoria 6a+ con molti tratti  di 6b+/6c (azzerabili non senza difficoltà).
ROCCIA : da sufficiente a ottima (attenzione ai periodi successivi le piene, in cui la roccia è coperta da lichene causa il saliscendi del livello dell'acqua).
ATTREZZATURA NECESSARIA : corda/e da 50 m, 12 rinvii. 
CHIODATURA : Spit 8 mm inox alle soste e anelli di catena rivettati artigianali sui tiri. Nei tratti più impegnativi ci sono gli spit. Consigliati un paio di friend e alcuni cordini. Le viti cominciano a presentare parecchia ruggine ma non sembrano avere problemi di cedimenti.
ACCESSO : Raggiungere il laghetto Poiani al Piano di Vallarsa e seguire fedelmente i segni verdi partendo leggermente a monte sulla sinistra idrografica (prima di arrivare al parcheggio sotto gli alberi). Si Scende per 15 minuti tramite un erto sentiero (ATTENZIONE a non seguire il sentiero dei pescatori che porta troppo a destra - seguire le frecce rosso verdi) fino a una rada ghiaiosa e si attacca sull'estrema sinistra di questa con il primo tiro su roccia leggermente friabile ma facile (placca inox visibile da distante).
RIENTRO : Al termine del traverso (circa 3 ore) seguire obbligatoriamente i segni verdi e per tracce inizialmente in ripida salita poi sotto la parete deviando decisamente a destra e aggirando una parete si imbocca prima un pendio poi una cresta fino a spuntare sulla strada asfaltata, da cui si torna in breve al laghetto Pojani. Attenzione alle auto in transito sulla statale.

Ripetuta da: A. Lista e F. Martini il 18/10/2008 e da A. Lista e D. Manea il 01/11/2014

Download
Vallarsa - lago degli Speccheri: il mostro di speccherness
SPECCHERI_speccherness.pdf
Documento Adobe Acrobat 307.2 KB

Immagini varie


Alta Vallarsa: il lago artificiale degli Speccheri dal Dos de la Baisse (Italia in miniatura?)
Alta Vallarsa: il lago artificiale degli Speccheri dal Dos de la Baisse (Italia in miniatura?)