Il Pasubio

Massiccio calcareo situato al confine fra le province di Vicenza e di Trento, è delimitato dalla Val Leogra con culmine a Passo del Pian delle Fugazze, dalla Vallarsa, dalla Val Terragnolo e dalla Val di Posina queste ultime separate dal Passo della Borcola. Sul versante meridionale le pendici del monte sono molto scoscese, di carattere prettamente dolomitico e dalle caratteristiche guglie. La parte sommitale si presenta come un ampio ondeggiato altopiano con altitudine 2000 metri, in cui si alternano crinali ad ampie conche prative, in passato molto usate come pascoli. Caratteristiche sono le valli laterali, impervie e selvagge, che offrono infinite possibilità di accesso alla parte più alta del monte. Di particolare interesse sono sul versante meridionale la Val Fieno, la Val Canale e la Val Fontana d'Oro; ad ovest la Val delle Prigioni, la Val di Piazza e la Val dei Foxi; la Val Sorapàche, la Val Caprara e la Val Gulva in quello nord-orientale.

STORIA

Il massiccio fu teatro dei cruenti combattimenti avvenuti durante la Prima Guerra Mondiale. L'intero paesaggio sulla sommità del Pasubio fu sconvolto da combattimenti durati tre anni e mezzo: ovunque la superficie è martoriata dai crateri delle bombe, si notano ancor oggi trincee e camminamenti, non di rado si trovano gallerie e ricoveri. La stessa fitta rete di sentieri che permette di percorrerlo in ogni direzione è stata approntata nel corso della guerra, sfruttando talvolta i percorsi precedentemente utilizzati da pastori, cacciatori e contrabbandieri, in precedenza unici frequentatori dei luoghi. La più famosa via d’accesso al Pasubio è stata costruita proprio nel corso del conflitto 1915-18 e rappresenta una delle più importanti ed esclusive opere belliche. Si tratta della strada delle 52 gallerie: una mulattiera che permetteva all’esercito italiano il collegamento fra retrovie e la zona alta del Pasubio al riparo dal tiro nemico (la già attiva strada degli Scarubbi era invece sotto il fuoco austriaco). (fonte WIKIPEDIA)

 

PASUBIO SUD: accesso da est per Schio, Valli del Pasubio, S. Antonio Pian delle Fugazze, da ovest per Rovereto, strada della vallarsa. A Est comprende la zona dei Grattanuvole, dei Soji Rossi, Campanile di Val Fontana d'Oro, Sojo d'Uderle, Rocchetta e Bacchetton. A ovest comprende Val delle Prigioni, Cherle, Val di Foxi.

 

PASUBIO NORD: Accesso da est per Piovene Rocchette, Arsiero, Posina, da nord ovest per Rovereto, Terragnolo passo della Borcola. Comprende alcune valli e percorsi interessanti dal punto di vista escursionistico: Val Pruche, Val Sorapache, Val Caprara, Val Gulva, Val Zuccaria.


Primavera 2012: panoramica
Primavera 2012: panoramica

Realizzato da:

Scuola Alpinismo e Sci alpinismo "Piccole Dolomiti" CAI Schio (VI)

Curato da:

Adriano Lista (interfaccia web, grafica, testi e raccolta foto)

Fabio Martini e Ivo Maistrello (relazioni e supervisione)

Diana Sbabo (grafica relazioni)